Sei in Aggiornato il: 5 Febbraio 2016

Deposito situazione patrimoniale consorzi di enti locali

Condividi questa pagina

L'art. 31 del D.Lgs. 267/2000 (testo unico degli enti locali) prevede che gli enti locali per la gestione associata di uno o più servizi e l'esercizio associato di funzioni possano costituire un consorzio secondo le norme previste per le aziende speciali di cui all'art. 114 dello stesso decreto, in quanto compatibili.

Ai consorzi tra enti locali che gestiscono attività di cui all'articolo 113-bis del TUEL, ovvero attività per la gestione dei servizi pubblici locali privi di rilevanza economica, si applicano le norme previste per le aziende speciali (enti strumentali degli enti locali), quindi, nei confronti degli stessi trovano applicazione l'art. 114, c. 5-bis del TUEL e le indicazioni contenute nella Circolare MISE n. 3669/C del 15.04.2014, con le precisazioni indicate nella Circolare MISE prot. n. 185941 del 22/10/2014: le aziende speciali depositano nel Registro delle imprese il bilancio di esercizio, entro il 31 maggio di ciascun anno, i consorzi di enti locali, entro lo stesso termine, depositano la situazione patrimoniale.

Alla domanda deve essere allegata la copia della situazione patrimoniale, in formato XBRL1.

Per maggiori informazioni consulta la scheda Deposito del bilancio di esercizio delle Aziende speciali di Enti Locali.

 


1Per la compilazione della domanda utilizzare il codice forma giuridica "CZ" (corrispondente a: consorzi ex DLGS 267/00) e il codice atto "722".

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: