Sei in Aggiornato il: 10 Febbraio 2017

Deposito bilancio di esercizio

Entro il 31 maggio di ciascun anno le Istituzioni di Enti Locali di cui all'articolo 114 del D.Lgs. n. 267/2000 depositano nel repertorio economico amministrativo il proprio bilancio di esercizio.

Condividi questa pagina

Ufficio competente

Registro delle imprese della provincia nella quale è ubicata la sede dell’Istituzione

Riferimenti normativi

Art 114 D.Lgs. n. 267/20001
 

Circolare n. 3669/C del Ministero dello Sviluppo Economico del 15 aprile 2014


1Così come modificato  dall’articolo 25, comma 2, lettera a), del D.L. n. 1/2012, convertito in L n. 27/2014 (che a decorrere dal 2013 ha introdotto l’obbligo del deposito del bilancio di esercizio nel Registro delle imprese) e dall’articolo 1, comma 560, della Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014).

Regime pubblicitario - Tipo adempimento

  • Regime pubblicitario: pubblicità NOTIZIA
     
  • Tipo di adempimento: domanda di deposito nel Repertorio Economico Amministrativo

 

Termine di presentazione della domanda - Sanzioni

  • Termine di presentazione della domanda: entro il 31 maggio di ciascun anno1
  • Sanzioni:
    • euro 10,00 per ogni legale rappresentante (dal 1° al 30° giorno di ritardo)
    • euro 51,33 (dal 31° giorno di ritardo) - più spese di notifica verbale
      (per ulteriori informazioni vai alla pagina Sanzioni amministrative)
       

1A prescindere dall’approvazione o meno del bilancio. Per cui, per esempio, entro il 31 maggio 2016, deve essere depositato il bilancio di esercizio al 31/12/2015 (approvato o meno).

 

Soggetti obbligati alla presentazione della domanda

Legale rappresentante: in mancanza di una specificazione da parte della norma, si ritiene che obbligato alla presentazione della domanda sia il legale rappresentante dell’Istituzione.

Soggetti legittimati a presentare la domanda in luogo dei soggetti obbligati

  • Segretario dell’Ente Locale
     
  • Procuratore
     
  • Professionista incaricato: commercialista, ragioniere, perito commerciale regolarmente iscritto nella sezione A o B dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (ex art. 31, legge n. 340/2000, commi 2-quater e quinquies ed ex art. 1, D.Lgs. n. 139/2005, comma 3, lettera q), e comma 4, lettera f)).

 

Firme: chi deve presentare la domanda

Firma digitale del soggetto che presenta la domanda (legale rappresentante dell’Istituzione di Ente Locale, Segretario dell’Ente Locale, procuratore, professionista incaricato).

Nel caso in cui il legale rappresentante dell’Istituzione o il Segretario dell’Ente Locale siano privi del dispositivo di firma digitale, gli stessi possono:

  • conferire procura ad altro soggetto ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 445/2000. In tal caso, deve essere allegata la procura portante il numero identificativo della pratica, firmata autografamente dal legale rappresentante dell'Istituzione di Ente Locale o dal Segretario dell’Ente Locale; a perfezionamento di questa modalità di firma occorre allegare, in un file separato, codificato con il codice E20, copia semplice del documento di identità del soggetto che ha conferito la procura (legale rappresentante dell’ Istituzione di Ente Locale o del Segretario dell’Ente Locale);

oppure

  • conferire l’incarico alla presentazione della domanda ad un professionista incaricato, commercialista, ragioniere, perito commerciale regolarmente iscritto nella sezione A o B dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (ex art. 31, legge n. 340/2000, commi 2-quater e quinquies ed ex art. 1, D.Lgs. n. 139/2005, comma 3, lettera q), e comma 4, lettera f), mentre il professionista deve indicare, nel Modello Note della domanda, di essere stato incaricato alla presentazione dal legale rappresentante dell’ Istituzione di Ente Locale o dal Segretario dell’Ente Locale.

La dichiarazione d’incarico da rendere nel Modello Note, nel caso di professionista che firma con dispositivo contenente il “certificato di ruolo”, è la seguente: “Il sottoscritto… dottore commercialista/ragioniere, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000, dichiara di presentare la domanda su incarico di… (nome e cognome del legale rappresentante dell’Istituzione di EnteLocale o del Segretario dell’Ente Locale)”.
La dichiarazione d’incarico da rendere nel Modello Note, nel caso di dispositivo di firma privo del “certificato di ruolo”, è la seguente: “Il sottoscritto… dottore commercialista/ragioniere, consapevole delle responsabilità penali previste in caso di falsa dichiarazione, ai sensi degli artt. 46 e 47 D.P.R. n. 445/2000, dichiara di essere iscritto nella sezione… (A o B) dell’Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili di…, al n…. Dichiara, inoltre, di non avere a proprio carico provvedimenti disciplinari ostativi all’esercizio della professione e di presentare la domanda su incarico di … (nome e cognome del legale rappresentante dell’Istituzione di Ente Locale o del Segretario dell’Ente Locale)”.

Modulistica obbligatoria ed eventuale

Si ricorda che per il deposito del bilancio di esercizio dell’Istituzione devono essere utilizzate le funzioni di spedizione disponibili in webtelemaco.infocamere.it e che lo stesso NON rientra tra gli adempimenti compresi nella Comunicazione Unica. 

  • Modello B 1deve risultare compilato nel riquadro DEPOSITO BILANCIO E SITUAZIONE PATRIMONIALE, nel quale deve essere indicato il tipo di bilancio, la data di chiusura dell’esercizio, la data di approvazione2 del bilancio di esercizio e che l’Istituzione è esonerata dal bilancio in XBRL3.

con codice atto:
711 per il deposito del bilancio ordinario

712 per il deposito del bilancio abbreviato

  • Modello Note (eventuale) in cui deve risultare:
    la dichiarazione d’incarico resa da un professionista nel caso in cui il legale rappresentante dell’ Istituzione o il Segretario dell’Ente locale, privi del dispositivo di firma digitale, conferiscano allo stesso l’incarico alla presentazione della domanda.

1Selezionare come codice forma giuridica “EN”.
2Il campo “data di approvazione del bilancio” è obbligatorio, pertanto, nell’ipotesi in cui il bilancio non sia stato ancora approvato al momento del deposito nel Registro delle imprese, si suggerisce di indicare come data di approvazione la data di deposito del bilancio.
3Nel riquadro DEPOSITO BILANCIO E SITUAZIONE PATRIMONIALE, per l’indicazione formato XBRL (dato obbligatorio), inserire il valore 3 (= utilizzo principi contabili internazionali); tale indicazione è necessaria unicamente per consentire l’avanzamento della procedura informatica e non ha valore informativo. Vedi la Circolare n. 3669/C del Ministero dello Sviluppo Economico del 15 aprile 2014.

 

Allegati della domanda: bilancio in formato PDF/A

  1. Il documento è formato in origine come documento informatico

Il bilancio di esercizio, in formato .pdf/A-1, riportante la denominazione e il codice fiscale dell'Istituzione, la data di redazione e l'indicazione "IN ORIGINALE FIRMATO DIGITALMENTE DA..." seguita dal nome e cognome dei soggetti che lo hanno redatto, può essere allegato in una delle seguenti forme:

  • originale informatico (ex art. 21, comma 2, D.Lgs. 82/2005) o duplicato informatico (ex art. 23-bis, comma 1 del D.Lgs. 82/2005) sottoscritto digitalmente dai soggetti che lo hanno redatto
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarata1 conforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/2000 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata1 prodotta ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta digitalmente dal Notaio e dallo stesso dichiarata1 conforme ai sensi dell’art. 23-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 82/2005 utilizzando l'apposita formula
  1. Il documento è formato in origine come documento cartaceo

Il bilancio di esercizio, in formato .pdf/A-1, riportante la denominazione e il codice fiscale dell'Istituzione, la data di redazione e l'indicazione "IN ORIGINALE FIRMATO AUTOGRAFAMENTE DA..." seguita dal nome e cognome dei soggetti che lo hanno redatto, può essere allegato in una delle seguenti forme:

  • copia informatica sottoscritta dal Professionista incaricato e dallo stesso dichiarata conforme ai sensi dell'art. 31, comma 2 quinquies, della Legge n. 340/20002 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta dal soggetto che presenta la domanda e dallo stesso dichiarata prodotta ai sensi dell’art. 22 , comma 3, del D.Lgs. n. 82/20053 utilizzando l'apposita formula
  • copia informatica sottoscritta dal Notaio e dallo stesso dichiarata conforme ai sensi dell’art. 22, comma 2, del D.Lgs. n. 82/20053 utilizzando l'apposita formula

 


1Il nome e cognome dei soggetti che hanno sottoscritto il documento devono essere indicati in calce allo stesso, prima della dichiarazione.

2La copia informatica può essere copia per immagine, derivante da scansione ottica dell’atto originale cartaceo, riportante la firma autografa dei soggetti che lo hanno sottoscritto, oppure può essere copia informatica che riproduce il contenuto dell'atto cartaceo.

3La copia informatica deve essere una copia per immagine derivante da scansione ottica dell’atto originale cartaceo, riportante la firma autografa dei soggetti che lo hanno sottoscritto.

 

Importi

  • Diritti di segreteria: euro 62,701
  • Imposta di bollo: euro 16,001 se assolta tramite la Camera di Commercio di Torino – autorizzazione Ministero delle Finanze – Direzione Generale delle Entrate in Piemonte – n. 9/2000 del 26/09/2000.

 


1Vedi Manuale operativo per il deposito dei bilanci al registro delle imprese anno 2016  ( pagg. 29-30).

 

Approfondimento

Le Istituzioni di Enti Locali che gestiscono servizi socio-assistenziali ed educativi, culturali e farmacie1, a decorrere dall’anno 2013, oltre all’obbligo di iscriversi al Repertorio Economico Amministrativo, hanno anche l’obbligo di depositare il bilancio di esercizio entro il 31 maggio di ciascun anno.

Tale obbligo è stato inizialmente introdotto - a decorrere dall’anno 2013 - con l'inserimento nell'art. 114 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, del comma 5-bis, da parte dell'art. 25, comma 2, lett. a) del D.L. 24 gennaio 2012, n. 1, convertito, con modificazioni, dalla L. 24 marzo 2012, n. 27.

Successivamente, l’articolo 1, comma 560, della legge 147/2013 (Legge di stabilità 2014), ha sostituito il previgente testo del comma 5-bis, dell’art. 114 del T.U.E.L., con il seguente:

Le aziende speciali e le istituzioni si iscrivono e depositano i propri bilanci al registro delle imprese o nel repertorio delle notizie economico-amministrative della camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura del proprio territorio entro il 31 maggio di ciascun anno”.
 

Pubblicità nel R.E.A.

La domanda di deposito del bilancio di esercizio deve essere presentata, al Registro delle imprese competente, dal legale rappresentante dell’ Istituzione di Ente Locale, entro il 31 maggio di ciascun anno.

Gli effetti della pubblicità del deposito nel R.E.A. sono quelli della mera pubblicità notizia: il bilancio d’esercizio dell’Istituzione di Ente Locale è reso conoscibile ai terzi senza che, dal momento del suo deposito nel R.E.A., conseguano particolari effetti giuridici.

 


1In precedenza escluse.

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: