Sei in Aggiornato il: 6 Aprile 2017

Arte alle Corti (30/06-10/11/2016)

Condividi questa pagina

la seconda edizione di Arte alle Corti inaugura il 30 giugno 2016 alle 18,30 nel cortile di Palazzo Asinari di San Marzano, via Maria Vittoria 4 - Torino

testata arte alle corti

 

UN PERCORSO ESPOSITIVO DI INSTALLAZIONI E SCULTURE DI ARTE CONTEMPORANEA NELLE CORTI DEI GRANDI PALAZZI STORICI

Arte alle Corti è un invito a scoprire la città attraverso i suoi luoghi più nascosti, quelle corti custodite all’interno di palazzi cittadini, che raccontano secoli di storia torinese. Architetture che diventano musei all’aperto di arte contemporanea, ospitando istallazioni di artisti chiamati a misurarsi con questi spazi. Si tratta di una mostra diffusa, arte dinamica e mobile, che per il secondo anno presenta un gruppo di autori diversi per generazioni, origini e stili. Sono coinvolti nove cortili e due giardini di una Torino aulica e istituzionale, in cui, dall’estate all’autunno, si declina un possibile concetto di arte pubblica.

Cortili come gallerie, come palcoscenici, come luoghi d’arte, capaci di mettersi in gioco e di accogliere e dialogare con opere artistiche. Il progetto è da vivere come una passeggiata en plein air, spostandosi a piedi e con una mappa in mano, lungo un ideale fil rouge che collega diversi punti del centro  cittadino, attraverso l’architettura barocca. È un modo per conoscere e impossessarsi di un territorio spesso sconosciuto, seppur quotidiano e familiare, reso scontato dall’abitudine e dall’incapacità di guardarsi realmente attorno. Il progetto, infatti, si rivolge prima di tutto ai cittadini stessi, oltre che ai turisti: un pubblico fatto di occhi vicini e altri lontani invitato a entrare in questi meravigliosi scrigni, trasformati in scene aperte grazie all’arte.

PALAZZO BIRAGO DI BORGARO

Via Carlo Alberto 16, Torino
LUNEDÌ - VENERDÌ 09.00 - 17.00
SABATO E DOMENICA CHIUSO

NOTE STORICHE

Progettato da Filippo Juvarra nel 1716, il palazzo segue le vicende della ricca e nobile casata dei Birago di Borgaro, e sorge per volere del suo più importante rappresentante, il conte Augusto Renato Birago di Borgaro, che fece della dimora juvarriana uno dei migliori salotti della città. Il visitatore viene accolto dall’elegante cortile d’onore, attorno al quale si sviluppa tutto il Palazzo, e che si caratterizza per la la curva sinuosa, quasi a simboleggiare una scenografia di teatro. Di notevole pregio sono lo scalone principale, che permette l’accesso ai piani superiori, e il salone d’onore, con il rilevante affaccio sul cortile, ove erano tenuti balli e feste. Palazzo juvarriano di grande valore artistico, scenografico e ambientale, l’edificio è oggi sede istituzionale della Camera di Commercio di Torino.

DESCRIZIONE CRITICA

Una festa barocca in corso, nuvole di forme e colori diversi che esplodono nel cielo come fuochi d’artificio sorprendenti e meravigliosi. L’installazione di Enrica Borghi è giocata sullo spazio vuoto e sospeso contenuto dal cortile di Palazzo Birago di Borgaro. Un branco di Meduse leggere e trasparenti sta nuotando nell’aria, incorniciate dal perimetro architettonico. Alcune si attardano e stanno un po’ fuori dal gruppo, nascoste da colonne, sotto qualche arco. Con grazia e poesia l’artista ricama il suo suggestivo intervento sulla pelle dello spazio, colorandolo con materiali plastici riciclati a cui dona un’inaspettata lievità artistica.

LE OPERE

Enrica Borghi MEDUSE
bottiglie di plastica tagliate e deformate
installazione misura ambiente

Meduse

Meduse è un'installazione aerea che simula la sospensione acquatica delle sostanze organiche primordiali. Hanno colori innaturali, ambigue nella loro apparenza cromatica cangiante, seducenti nel loro movimento fluido e magicamente immerse nel pianeta d'acqua. Le opere Meduse sono realizzate con bottiglie di plastica riciclate, tagliate sfrangiate e, deformate, traspaiono dalle macerie come membrane fluorescenti che assottigliano il margine tra ambiente artificiale e forme organiche. Propongono una riflessione sulle potenzialità del “rifiuto”, sulla post-naturalità e sul mondo magico immaginifico della trasformazione.

Scarica il comunicato stampa di Arte alle Corti 2016

Scarica le schede delle opere

Scarica la mappa delle zone espositive


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: