Sei in Aggiornato il: 10 Marzo 2017

Sportello APRE Piemonte - Ricerca e innovazione

Condividi questa pagina

APRE - Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea - è un' associazione senza scopo di lucro che fornisce servizi di informazione, formazione e assistenza sui programmi di ricerca e innovazione dell'Unione Europea.

Apre Piemonte

 

 

L'APRE - Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea - è un'associazione patrocinata dal Ministero dell´Istruzione Università e Ricerca per promuovere la partecipazione italiana ai programmi europei di ricerca e innovazione e opera territorialmente grazie alla sua rete di Sportelli regionali.

Lo Sportello APRE Piemonte è gestito  dalla Camera di commercio di Torino presso il Settore Innovazione e Bandi.

Nell'ambito dei programmi europei, lo Sportello APRE, in collaborazione con la rete Enterprise Europe Network, svolge attività di informazione, documentazione e assistenza ad imprese, università e ad altri organismi interessati a partecipare alle opportunità di finanziamento e di collaborazione in campo scientifico-tecnologico. Informazioni dettagliate sull'attività dell'APRE e sulla partecipazione ai programmi europei di ricerca e innovazione sono disponibili sul sito www.apre.it

INFORMAZIONI SUI FINANZIAMENTI 
Lo Sportello APRE offre informazioni su finanziamenti regionali, nazionali ed europei destinati ad imprese, università e centri di ricerche per la ricerca e l´innovazione.

Finanziamenti di fonte nazionale

Di seguito i maggiori incentivi del Ministero Sviluppo Economico e Ministero Affari Esteri per gli interventi in materia di ricerca e innovazione

Fondo per la crescita sostenibile

Con la riforma degli incentivi alle imprese di cui al DL “Crescita 1” (decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 134), il FIT – Fondo per l’innovazione tecnologica ha assunto la denominazione di Fondo per la crescita sostenibile.

Il nuovo Fondo, gestito dal Ministero Sviluppo Economico, è destinato al finanziamento di programmi e interventi con un impatto significativo in ambito nazionale sulla competitività dell'apparato produttivo.

Credito di imposta per Ricerca e Sviluppo

Per stimolare la spesa privata in Ricerca e Sviluppo per innovare processi e prodotti e garantire la competitività futura delle imprese.

Credito d’imposta del 50% su spese incrementali in Ricerca e Sviluppo, riconosciuto fino a un massimo annuale di 20 milioni di €/anno per beneficiario e computato su una base fissa data dalla media delle spese in Ricerca e Sviluppo negli anni 2012-2014. Il credito d’imposta può essere utilizzato, anche in caso di perdite, a copertura di un ampio insieme di imposte e contributi. Sono agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale: costi per personale altamente qualificato e tecnico, contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali.

La misura è applicabile per le spese in Ricerca e Sviluppo che saranno sostenute nel periodo 2017-2020. Per maggiori dettagli consultare la pagina del Ministero Sviluppo Economico.
 

Opportunità del Ministero Affari Esteri

Il Ministero Affari Esteri -Unità per la Cooperazione Scientifica e Tecnologica della Direzione Generale per la promozione del Sistema Paese si occupa della negoziazione e firma di Programmi/Protocolli  Esecutivi di cooperazione scientifica e tecnologica bilaterali.
I Protocolli Esecutivi sono diretta applicazione di specifici Accordi bilaterali di collaborazione scientifica e tecnologica ed hanno valenza pluriennale.

I Protocolli Esecutivi specificano le aree di ricerca in cui si concentra la cooperazione bilaterale tra l’Italia e il Paese partner: sulla base di queste aree di ricerca viene emanato un apposito bando per selezionare progetti di ricerca finanziabili da entrambi i Paesi.

All'interno dei Protocolli Esecutivi sono elencati i progetti di ricerca scientifica e tecnologica bilaterali che sono stati selezionati.
Tali progetti possono essere di due tipi:

  • Progetti di "Mobilità dei Ricercatori", per i quali è finanziata bilateralmente la mobilità: in particolare, l’Unità per la cooperazione scientifica finanzia i viaggi ai ricercatori italiani e i soggiorni ai ricercatori stranieri;
  • Progetti di "Grande Rilevanza", che possono ottenere un co-finanziamento annuale per la realizzazione del progetto, ai sensi della legge 401/90

L'elenco dei bandi aperti è consultabile sul sito del Ministero Affari Esteri

Finanziamenti europei

Per informazioni sui finanziamenti europei in materia di ricerca e innovazione consulta:

  • La pagina del nostro sito dedicata al programma Horizon 2020 , il nuovo strumento della politica comunitaria per il finanziamento integrato delle attività di ricerca e innovazione, per il periodo 2014-2020.

Finanziamenti regionali

I finanziamenti della Regione Piemonte sono gestiti ed erogati direttamente dalla società finanziaria pubblica Finpiemonte S.p.A.,  www.finpiemonte.it, che pertanto costituisce il riferimento operativo per reperire le corrette indicazioni e gli strumenti necessari al fine di individuare e scegliere un'agevolazione, nonché per presentare domanda e verificarne lo stato di avanzamento.

Le domande di accesso alla finanza agevolata devono essere presentate tramite il sito internet www.finpiemonte.info e generalmente confermate con il successivo invio della domanda cartacea sottoscritta .
Le banche convenzionate con Finpiemonte sono indicate sempre sul sito di Finpiemonte (Area "Banche").

Bandi in evidenza

Open Call for Demonstrators - European Space Agency (ESA) - scadenza 4 ottobre 2016

L'Agenzia Spaziale Europea (ESA) ha lanciato un bando rivolto ad aziende sia del settore "Spazio" sia non, per lo sviluppo di dimostratori che consentano il trasferimento tecnologico dal settore spaziale ad applicazioni terrestri.
 
Le tecnologie includono hardware, software, know-how, procedure, metodologie, sistemi, servizi ecc ...   
Le aziende proponenti potranno richiedere un contributo fino a 38.000 euro per sviluppare un dimostratore.
 
Scadenza: le proposte devono essere presentate entro le ore 15 di Venerdì 4 Ottobre 2016.

Documentazione 
Sul sito spacetechnology.be  si possono scaricare tuti i documenti necessari per i proponenti: Condizioni di partecipazione, bozza di contratto e Template.

Come presentare una proposta
I proponenti devono descrivere la loro tecnologia  all'interno del 'Template for the Proposal' seguendo le istruzioni del documento 'Terms of Participation' ed inviarlo a info@spacetechnology.be entro le ore 15 di venerdì 4 Ottobre 2016.
 

 

RICERCA PARTNER PER PROGETTI DI RST
Presso lo Sportello è attivo un servizio di ricerca partner per la partecipazione a programmi europei di ricerca e innovazione.

Iscrizione al servizio informativo
Per essere informati sulle iniziative ed attività dello Sportello APRE Piemonte della Camera di commercio di Torino è necessario iscriversi al sito selezionando la voce "Innovazione" tra gli argomenti di interesse.

 


Ti è stata utile questa pagina?: 
Contatto: